Vacallo, 8.9.2016

Lodevole Municipio

Visto ciò che sta succedendo a San Simone, con il taglio di piante alquanto imponenti e con il prossimo abbattimento di un edificio che è indubbiamente da ritenere di valore (mappale 7) ci siamo chinati sul problema del nostro piano regolatore. Ci siamo resi conto che nello stesso è presente una lista di alberi da proteggere che non è aggiornata (talune piante sono state nel frattempo abbattute). Abbiamo inoltre constatato che la protezione degli edifici storici si limita a soli 5 oggetti. A Vacallo ci sono edifici, quali ad esempio Villa Bertola in Piazzetta S. Antonio (mappale 286) e l’ex Convento situato sul mappale 313, che meriterebbero sicuramente maggiore protezione. In ottica di mantenere intatti quegli edifici che raccontano la storia del nostro paese e di cercare di salvare le poche aree verdi rimaste, sarà quanto meno necessaria un’ampia revisione del piano regolatore, entrato in vigore nel 1997, già in vista di importanti modifiche richieste per l’edificazione della casa per anziani. Oltre a ciò, il primo gennaio 2017 scade il periodo di transizione concesso per adattare il piano regolatore alla nuova Legge sullo sviluppo territoriale del 21 giugno 2011 (Lst; art. 110: ‘Il piano e il programma di urbanizzazione di cui agli articoli 21 e 22 devono essere adottati al più tardi entro cinque anni dall’entrata in vigore di questa legge.’) e sarebbe irresponsabile non approfittare di questa possibilità.

La legge inoltre non ammette l’ignoranza e perciò ci permettiamo di suggerire al Municipio di informare la popolazione, o quanto meno i proprietari dei mappali interessati, in merito alla presenza di una lista di alberi da proteggere.

 

Ci permettiamo perciò di interpellare il Municipio su quanto segue:

  • Il Municipio ritiene che l’attuale piano regolatore sia sufficientemente protettivo del nucleo storico di Vacallo?
  • La lista degli edifici da proteggere non andrebbe aggiornata?
  • La lista degli alberi da proteggere non andrebbe aggiornata?
  • Il Municipio ha già dato mandato per una revisione totale del piano regolatore?
  • Qualora non sia stato fatto, il Municipio non ritiene che sia necessario e urgente, vista l’imminente scadenza del periodo di transizione, dare mandato per una revisione totale?
  • I proprietari dei fondi interessati sono a conoscenza, visto che la legge non ammette l’ignoranza, che sugli stessi esistono alberi o edifici protetti?
  • Gli alberi protetti che sono stati abbattuti, per necessità o altro, sono stati rimpiazzati con altri della stessa specie?

In attesa di una vostra gradita risposta e ringraziando per la vostra attenzione vi porgiamo i nostri più sentiti saluti.

 

Giovanna Lanini Noseda

 

Daniela Ravasi Fomasi