Apr 30, 2019 - Temi    No Comments

Interpellanza per l’introduzione del congedo paternità per i dipendenti comunali

Vacallo , 26 aprile 2019

La nascita di un bambino rappresenta da sempre uno dei momenti più significativi e importanti nella vita di una famiglia. Momenti sicuramente gioiosi ma anche impegnativi.
Per questa ragione ci sembra giunto il momento di dare un forte segnale di civiltà introducendo il congedo paternità nel Regolamento Organico dei dipendenti comunali (ROD).

Da un recente articolo pubblicato sul Corriere del Ticino martedì 23 aprile 2019, Vacallo risulta il comune del Mendrisiotto che concede ai propri dipendenti neo papà solo 1 giorno lavorativo pagato in occasione della nascita di un figlio. Condividiamo questo misero primato solo con il comune di Breggia. Nei comuni a noi vicini, Castel San Pietro e Morbio Inferiore il congedo concesso è di 20 giorni in linea con quanto auspica anche il Cantone.
Chiediamo pertanto al Municipio se intende modificare i seguenti articoli dell’attuale Regolamento datato 1991:
• Art. 47 Congedi senza deduzione di stipendio.
lettera f. stralciare “nascita dei figli” risultante in:
f) per matrimonio di figli o fratelli, decessi di nonni, suoceri, cognati, nipoti e zii, per trasloco o altre circostanze speciali in famiglia 1 giorno.
• Art. 48 Congedo per gravidanza e parto.

Il titolo dell’articolo va modificato come segue:
Art. 48 Congedo per gravidanza, parto, paternità e adozione
Gli articoli già esistenti restano invariati. Va inoltre aggiunto:
cifra 4: “il dipendente ha diritto a un congedo pagato di 20 giorni per la nascita o l’adozione di ogni figlio. Il congedo può essere usufruito in blocco o in singole giornate entro un anno dalla nascita, rispettivamente adozione.”

Confidando nella vostra sensibilità, vi ringraziamo per l’attenzione e vi salutiamo cordialmente.

Frigerio Marco, Marvin Paolo, Lanini Noseda Giovanna, Ravasi Fomasi Daniela

Hai qualcosa da dire? Lascia un commento!